Progetti

2017 – VERSO… IL SUD

Verso... il SudLo spettacolo nasce da un’idea di Claudia D’Amico e Carmine Ioanna, già protagonisti in “Anime Migranti“, racconta gli usi e i costumi delle genti dell’Italia meridionale. Uno spaccato di vita passata, che si intreccia con la modernizzazione, dal ruolo della donna, all’emigrazione, passando per lo “sposalizio”.

Tratti drammatici che si alternano a divertenti scketch, atmosfere rarefatte, talvolta eteree. Un racconto diviso in tre momenti, dove l’attrice Claudia D’Amico attraverso la sua sensibilità, catapulta lo spettatore in un mondo lontano, pregno di tradizioni, riti e usanze popolari, salvo poi tornare all’attualità, che si rivela uguale al passato se osservata da un altro punto di vista.

Verso... il SudSignificativa è la frase “Quando gli emigranti erano gli italiani, quando ad emigrare eravamo noi“!! Sul palco quattro musicisti e una cantante, con un repertorio di canzoni popolari Del Sud Italia, riarrangiate in chiave moderna, un’operazione in perfetta sintonia con lo spettacolo: descrivere il passato, con lo sguardo al presente. Musica e parola danno vita ad un dialogo fitto, talvolta aspro, ma sempre bilanciato, dove una non prevale mai sull’altra.

Claudia D’Amico (attrice)
Carmine Ioanna (fisarmonica)
Dario Miranda (bass)
Daniele Castellano (chitarra)
Francesco Savoretti (percussioni)
Rosa D’Agnese (voce)

d’ZIC TRIO

d'Zic TrioAllegro ma triplo animato“!
d’Zic Trio: Carmine Ioanna, Vim Zambzorne ed Eric Capone. La musica è una grande opportunità per comunicare e trovare punti di incontro anche con culture lontanissime dalla nostra.

d’Zic Trio è un progetto nato dall’incontro con questi due fantastici musicisti. L’approccio è jazz, di quello più libero e di pancia, ma il repertorio è formato da nostre composizioni e da rivisitazioni di brani tradizionali, dell’Africa e dell’Irpinia.
Un incontro tra tre personalità molto simili ma con esperienze e vissuti diversi, che si raccontano usando come priorità la comunicazione, portando l’ascoltatore per mano in un viaggio che parte dai villaggi africani e passa per l’Italia rurale dell’Irpinia, con colori che spaziano dal Jazz alla World Music.

– Carmine Ioanna: Fisarmonica e Voce (Italy)
– Vim Zambzorne: Percussioni, Chitarre e Voce (Burkina Faso)
– Eric Capone: Piano, Balafon, Oud e Voce (France)

d'Zic TrioDall’incontro tra Carmine Ioanna, noto fisarmonicista irpino, e il duo del collettivo francese Braslavie, Capone/Zabsonré, nasce d’Zic Trio, un progetto musicale “a geografia variabile” che concilia, con jazzoso sincretismo, musicalità internazionali.

I loro legami sono familiari e musicali, il trio va ben oltre l’improvvisazione e si esprime in funzione dei desideri di ciascuno, dei tre, del pubblico.
Il loro trait d’union è un perenne “hic et nunc“, funzionale a continua apertura e spontaneità.
Le loro parole d’ordine, o meglio, di disordine: nessun limite, nessuna spocchia intellettuale, reattività e senso dell’immediato.

ANIME MIGRANTI

Anime MigrantiCarmine Ioanna, noto musicista irpino conosciuto nel panorama internazionale del Jazz e Claudia D’Amico, attrice siciliana già apprezzata in diverse fiction televisive tra le quali “Come un delfino” al fianco di Raul Bova e “I Cesaroni“, si alterneranno in un dialogo diretto e sincero tra musica e parola.

Sono artisti molto simili ma allo stesso tempo diversi tra loro, con l’idea delle arti come forma di incontro e condivisione.

Tratto da una storia vera, “Anime migranti” scritto e interpretato da Claudia D’Amico, racconta la storia di una donna, partita dal sud dell’Italia con suo figlio per raggiungere il marito a New York.

Uno spaccato di vita che racconta il tessuto sociale dell’Italia ai primi del ‘900, quando ad emigrare eravamo noi, con video e foto dell’epoca a fare da sfondo alla performance, una serie di immagini toccanti che immettono lo spettatore immediatamente nel clima del racconto.

Claudia D’Amico, Carmine Ioanna entrambi del Sud, una Terra che ha subito il fenomeno dell’emigrazione come poche altre al mondo, portano in scena la sofferenza, la tenacia e la speranza di tutte quelle persone che sono state costrette a lasciare le loro terre per cercare fortuna altrove.

Raccontare il passato, ma con uno sguardo rivolto all’attualità dei nostri giorni.

Carmine Ioanna (fisarmonica)
Claudia D’Amico (voce recitante)

Testo Originale scritto da Claudia D’Amico